top of page

DOHA

DOHA  nome d'arte di Diego Occhiali, classe ‘87, ha scoperto la sua passione per la percussione a 7 anni muovendo i primi passi con il djembe seguendo le lezioni del suo primo maestro Frank Agrario che successivamente lo introduce allo studio di congas e batteria. Successivamente prosegue gli studi di djembe, doundoun, sangban e kenkeni con Sourakhata Dioubate, Bruno Genero, Mamadou Fall Kheullè (Dakar) e Sidi Giant Traore (Kayes), quelli di congas con Raul de la Caridad Gonzalos Brito “Lali” (Havana) e quelli di batteria con Filippo Mignatti.

Ha seguito alcune clinic di Giorgio Palombino, Giovanni Imparato, Christian Meyer, Ellade Bandini, Marco Fadda, Dado Sezzi e Gilson Silveira.

Ha lavorato come percussionista in contesti:

· Cantautoriali per Cristian Grassilli e Gaspare Palmieri.

· Pop per Dolcenera (videoclip ufficiale di “Niente al mondo”).

· Afrobeat per Frank Agrario.

· Folclorici per Luca Rossi e Ashai Lombardo Arop e per il Mama Africa     Meeting.

· Teatrali per la compagnia Anime Specchianti, il Teatrino Dell’Es, Teatro   della Rabbia e per il regista Germano Maccioni.

· Coreutici per Raffaele Irace, Katina Genero, Franca Aimone, Chiara       Castaldini, Angelica A. Montanari oltre a tante altre collaborazioni.

· Per Bruno Genero, Paolo Valli e Marco Catinaccio.

· Laboratoriali per il Polo scolastico di Ozzano dell’Emilia (BO), con Tommaso Ruggero e Cristian Grassilli.

· Didattici per: Associazione Diapason Progetti Musicali (Budrio  - BO),     Officina della Musica (RA), Associazione il Temporale (Bentivoglio - BO),  Associazione Musicale Culturale VecchioSon (BO).

 

Fra i diversi spettacoli si ricordano:

· “Hommage” di Bruno Genero al Teatro Regio di Torino e al teatro Lavanderia a Vapore (TO).

·  Lo spettacolo del Ballet Bannaya per il Festival Mondial des Arts Nègre (Dakar).

· “Daemones” di Angelica Aurora Montanari per la rassegna “Giovani Artisti per Dante” del Ravenna Festival nel ruolo di direttore musicale.

Diego Occhiali
bottom of page